5 suggerimenti per il post vendita dei dispositivi medici (parte 2)

Altri suggerimenti sull'importanza dei servizi post vendita di prodotti medicali

Scritto Martedì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati sul blog di Dispotech, your disposable excellence. Due settimane fa (qui il link per recuperare la prima parte del nostro articolo) abbiamo iniziato il discorso sui dispositivi medici e sulle accortezze che i produttori devono avere dopo aver messo i prodotti in vendita. Le attenzioni dell’azienda produttrice, infatti, non devono esaurirsi dopo l’atto della vendita: è necessario raccogliere feedback, monitorare il loro funzionamento e il gradimento degli utenti. Scopriamo insieme, allora, la restante parte dell’articolo!

  1. Stabilite degli studi successivi, se (e dove) necessario.

Gli studi inerenti la sorveglianza post-vendita possono essere richiesti e/o obbligatori, in particolare se ci si riferisce a quelli di Classe 2 o Classe 3. Lo scopo di questi studi è appunto quello di monitorare e valutare eventuali rischi che possono verificarsi nel funzionamento dell’apparecchiatura medica.

Ricerche e approfondimenti possono occorrere anche se si registrano cambiamenti significativi circa l’utilizzo del dispositivo medico, o anche se si captano nuove informazioni subito dopo la sua immissione in commercio.

 

  1. Tenete il vostro team sempre aggiornato.

Il vostro team gioca un ruolo fondamentale nella gestione e nel controllo della sorveglianza post-vendita e ogni problema che può sorgere a riguardo. I vostri collaboratori dovranno essere sempre aggiornati sui cambiamenti in fatto di leggi, procedure e policy, ma anche essere supportati nel loro lavoro di tutti i giorni.

 

Siate consapevoli dei rischi…

Cosa succederebbe se doveste fallire nel seguire passo passo gli step che vi abbiamo illustrato finora? Beh, probabilmente potrete passare da una sanzione pecuniaria – per leggi non rispettate, contratti non regolari, operazioni non trasparenti - fino a una condanna emessa da un tribunale - per quegli imprenditori che sono coinvolti in gravi inadempienze.

 

…e dei vantaggi

È importante ricordare che la conformità post-vendita non è un’attività di controllo da archiviare come “fatta per essere conformi alla legge”; essa, in realtà, produce una serie di vantaggi considerevoli per la vostra azienda e per i clienti.

Ad esempio, un buon programma di controllo post-vendita può permettervi di identificare dei miglioramenti che devono essere fatti. Vi offre, inoltre, l’opportunità di essere proattivi, di fare step che comportano preziose esperienze di apprendimento per il vostro business. Questa proattività può, a sua volta, aiutare a ridurre il numero degli incidenti e dei malfunzionamenti registrati dagli utenti.

 

Considerazioni finali

La sorveglianza post-vendita è un’operazione cruciale per tutte le aziende che producono dispositivi medici presenti nella grande distribuzione. Ci sono sempre nuove leggi a cui adeguarsi, sia per offrire agli utenti un prodotto eccellente, sia per essere a posto con la giustizia. Un buon sistema per monitorare il feedback dei clienti risulta fondamentale.

 

Cosa ne pensate di questo articolo? E voi come affrontate il post-vendita dei dispositivi medici? Contattate Dispotech e diteci la vostra!

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento