La guerra tra USA e Cina per i dispositivi medici

Oggi abbiamo preparato per voi un articolo trovato su Forbes che riguarda gli USA, la Cina e la guerra sul mercato dei dispositivi medici.

Scritto Mercoledì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati al consueto appuntamento con le notizie del blog di Dispotech, your disposable excellence. Oggi abbiamo preparato per voi un articolo trovato su Forbes che riguarda gli USA, la Cina e la guerra sul mercato dei dispositivi medici.

L’industria della tecnologia medica si sta preparando al grande colpo che l’ amministrazione Trump sta mettendo a punto contro la Cina con quasi 5 miliardi di dollari in dispositivi medici ora coinvolti in dazi “di ritorsione” cinesi.

Nell’industria della tecnologia medica - che costruisce apparecchiature mediche, per le immagini e la diagnostica – sta aumentando la paura, dopo che la Cina ha risposto agli “attacchi” statunitensi. Secondo l’ Advanced Medical Technology Association (AdvaMed), per gli USA potrebbe essere un grande problema. “Se la guerra commerciale tra le due potenze continua, l’impatto sul mercato sarà ancora più forte” sostiene il CEO di AdvaMed, Scott Whitaker. Ad oggi, AdvaMed rappresenta alcune delle più grandi e importanti realtà aziendali del mondo, come Johnson & Johnson, Abbott Laboratories, Medtronic, Stryker e Baxter International. “La maggior parte dell’impatto delle tariffe introdotte da Trump è stato piazzato sui alcuni componenti di dispositivi medici costruiti in Cina” continua Whitaker.

Sarebbe potuta andar peggio, comunque. A questo punto, aziende del settore e AdvaMed sono state in grado di esercitare pressioni sui rappresentanti del governo per limitare il numero dei prodotti che sarebbero stati soggetti a tariffe maggiorate una volta entrati nel paese. “Stiamo lavorando sodo e a stretto contatto con alcuni rappresentanti del  governo al fine di limitare il perimetro delle tassazioni aggiuntive e per cercare di togliere le apparecchiature mediche dalla lista ‘nera’”, asserisce Whitaker.

AdvaMed sta lavorando su una nuova, dettagliata verifica riguardante alcuni dispositivi medici (e le aziende che li producono) colpiti da quest’ondata di ritorsioni commerciali.

Nonostante il potenziale impatto negativo sull’ industria medtech, alcune aziende che ne fanno parte vedono di buon occhio lo sforzo del governo Trump di richiamare la Cina per queste tattiche commerciali scorrette e che hanno impattato negativamente su compagnie del settore.

 

Come andrà a finire la faccenda? Solo il tempo potrà dircelo: noi di Dispotech saremo sempre qui ad aggiornarvi tramite il nostro blog! Continuate a leggerci e, per qualsiasi info, non esitate a contattarci.

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento